sabato 4 maggio 2019

il discorso energetico

Tutto il discorso energetico non è precluso all'essere umano,perchè la sua natura di incontro e convivenza tra Spirito e materia è nella sua massima espressione possibile, ( si non sempre sembra sia così) rendendoci unici in questa forma, ci siamo solo noi in questa forma e speculazioni a parte (religioni e vari) fanno di questo pianeta e questa umanità un modello evolutivo esportabile per tutte le galassie, purtroppo è anche il motivo per cui è un posto ambito e non solo per chi vuole progredire.

La squilibrio creato nei millenni di cattiva gestione ha raggiunto livelli notevoli e l'uomo è sempre meno in grado di ricuperarli, questo non per incapacità strutturale ma per mancanza di volontà sua vera e propria, questo però non può convivere con il cammino evolutivo dell'Universo , ne siamo parte integrante e lo stiamo rallentando, però questo diventa un problema per noi perchè l'Universo è in continua espansione e andrà avanti comunque, il pianeta lo seguirà, non può fare diversamente, solo noi siamo dotati di libertà di scelta e al momento stiamo scegliendo di non andare avanti, qui il discorso però è molto meno materiale, interagisce con la materia ma riguarda la nostra parte spirituale o animica.

diciamo che scrivo come se fosse un libretto uso e manutenzione, o il come funziona , anche perchè siamo in un campo che pensare a possibili sette miliardi di variabili non ci va nulla . . .
intanto il pianeta è un essere vivente e andrà avanti portando la sua frequenza ai livelli che devono essere, io non cerco misure non servono, questo creerà un ambiente diverso da quello attuale dove la natura, non essendo dotata di libero arbitrio si adeguerà, questo come enunciato in vari testi creerà una divisione dovuta al cambio di frequenze , ci sarà che passerà all'ottava successiva e chi resterà nell'attuale, per noi non c'è un automatismo visto che siamo dotati di possibilità di scelta e quindi dobbiamo scegliere cosa vogliamo fare, che detto così è piuttosto impreciso, in realtà è più una scelta di campo che non va dichiarata ma vissuta, qui contano i fatti , non si bara e non si corrompe, ognuno deve fare il suo e basta 
La divisione prevalente è data da questa scelta fondamentale e personale oltre che interiore , saranno solo atteggiamenti , pensieri ed azioni a certificarla e non altro

ac

vibrazioni


riprendendo un po sulle energie/vibrazioni 

le frequenze o vibrazioni come preferite, seguono i dettami di quella che è considerata la " Legge dell'ottava" in pratica le ottave musicali si estendono all'infinito. possiamo non più sentirle, percepirle e nemmeno misurarle ma ci sono e vibrano sempre su frequenze più alte, e questo è in pratica il discorso dell'Universo tutto.
Su questo piano materiale abbiamo una delle situazioni più basse e dense nell'energia, è la base della piramide energetica che sale verso il Punto di massima Luce; ora se per le correnti o flussi dell'Universo siamo su discorsi abbastanza neutri, sul piano materiale abbiamo bisogno di un contrario o contrasto che ci permette di vedere le differenze, purtroppo nella pratica il comportamento scriteriato dell'essere umano, ha permesso che questo equilibrio fosse compromesso a favore della parte di segno negativo con tutti gli annessi e connessi, è chiaro che questo rende sempre più greve l'energia che circola su questo piano e sempre più difficile per l'uomo avere o conservare sostegni positivi.
Il pensiero crea ed attira, motivo per cui se partiamo da basi , per così dire sbagliate, tutto diventa più difficile, anche quelle che poi sono le questioni karmiche, in questa situazione, appaiono sicuramente molto più pesanti o peggio irrisolvibili, certo siamo e saremo sempre umani ma a vivere nella nebbia si finisce per vedere poco davvero . . .

ac

nella notte


accendi la lucerna, la notte sarà lunga
la tremula fiamma sarà compagna 
dei pensieri che si rincorrono nel buio
il silenzio è assordante 
l'aria taglia come un rasoio
la dove la pace sarà turbata 
e gli ulivi ancora vedranno
l'assurda follia dell'uomo

ac

mercoledì 24 aprile 2019

potere

il potere è un corruttore terribile 
e gente che non era nulla ora sa tutto, 
questa purtroppo è la prerogativa dell'essere umano 
perso nella materia più densa , 
non è di questo mondo la Vita , 
qui la vita è breve ma nello spenderla male 
il conto da pagare poi diventa molto lungo . . .

ac

lezioni


" Quando una lezione desse essere ripetuta molte volte, 
diventa sempre più difficile da imparare e oggi 
modelli di risonanza non ce ne sono più,
occorre farselo imparando ad usare il proprio "

ac

lunedì 4 febbraio 2019

Mente Pensierosa


Ancora la notte si presenta alla mia porta, beffarda compagnia della mia solitudine, a pesare però non è la solitudine , quella è solo fisica, è il rumore assordante dei pensieri che mai pacati si rincorrono nelle stanze della mente.
Sempre alla ricerca di una giustificazione, un perchè, semplicemente incapaci di vivere sul momento ciò che la vita propone, sempre ad ipotizzare cosa la vita proporrà nel momento successivo che diventa una sfida persa in partenza per la pochezza della mente, nessuno è padrone del futuro , in realtà non esiste, esisterà solo quando ci arriveremo e fino a quel momento tutto è possibile e nulla è sicuro.
In pratica abbiamo paura di qualcosa che non esiste, ma la mente lo crea e lo cambia in continuazione come se sparasse a raffica un intero caricatore di possibilità con l'unico risultato di avere una delusione quando esisterà veramente quel momento successivo e nella delusione ancora una volta la mente avrà spazio per le sue scorribande.
Una mente costantemente presente e pasticciona che si appropria dei sensi e che troppo spesso è incapace di gestire, ma lo fa, senza trasmettere all'intelletto l'informazione e attendere la giusta scelta.
Una scelta che non nasce dal controllo generico o peggio da schemi precostituiti, l'intelletto dovrebbe valutare con discernimento e attenzione, più il giusto timore se necessario, la mente decide per convenienze e tende a ripetere senza attenzione alcuna ciò che gli è piaciuto, non importa se sia giusto o sbagliato per il nostro cammino.
Ciò che spaventa di più la nostra mente è il silenzio, la tranquillità del pensiero, si sente esclusa e lo interpreta come una perdita di potere e di conseguenza reagisce, facendo correre i pensieri da una stanza all'altra in modo che il rumore possa coprire quel silenzio.

La tristezza del pensiero è che questo potere lo abbiamo permesso noi . . . 

domenica 3 febbraio 2019

pleiadi


Poderosi vascelli ancora solcano le correnti delle galassie, le Grandi Madri di un Universo che si perde in un tempo infinito osservano in silenzio lo svolgersi degli eventi, testimoni e guardiani dello scorrere lento della Vita . . . 
Come ti racconto della mia storia , io non la conosco, ma Tu, bianca Luna che Illumini le mie notti buie, raccontami di quei Guerrieri impavidi che mai si arresero, parlami delle loro battaglie dove mai fu tradita la Giustizia e mai si dimenticò chi, stretto nella morsa dell'ingiusto, non sapeva più difendersi, quali sentieri ancora percorrono quelle Anime mai stanche, la polvere del tempo non li ha mai fermati . . . 
Quante stelle nella buia notte silenziosa e quando la nostalgia cade dentro il rumore di vetri rotti è assordante, tutto quel luccichio nel buio, diventano lacrime, lacrime sul volto deluso di una bimba che continua ad allungare le mani piene di doni ... 
ma nessuno prende nulla . . . 



lunedì 21 gennaio 2019

considerazioni sparse



Molti anni fa qualcuno molto importante per me, mi fece una domanda che vista oggi posso definire fondamentale , mi chiese : sei disposto a rinunciare a tutto quello che sai ?
l'unica risposta possibile nell'immediato era " SI lo sono "
capirne il vero significato e stato molto più complesso della risposta, in effetti non è il buttare via la conoscenza acquisita, ma rinunciare alla schiavitù/dipendenza che questa può creare, liberarsi dai preconcetti costruiti su verità che non sono stabili ma si adattano al crescere della frequenza . . . 
motivo per cui se stiamo fermi a contemplare dove siamo arrivati . . . 

abbiamo solo perso il treno


ac

venerdì 7 dicembre 2018

Immacolata Concezione





L'Immacolata Concezione, anche se messa a copertura di altro, non è comunque un simbolismo qualsiasi, molti anni fa in un colloquio fu detto che c'era stato un errore di interpretazioni da parte dell'uomo su questo significato associandolo alla verginità fisica della persona, in realtà è la Creazione ad essere Immacolata, l'idea di dar corso alla vita in una Verginità di Spirito non toccato dal male e dalle pochezze della materia:

Questo cambia molto la prospettiva delle cose perchè essendo partiti sul pulito abbiamo sporcato sempre più strada facendo.

Diventa una data importante proprio in relazione a questo, tutti gli anni il pianeta riavvia i cicli e riparte, l'autunno porta via tutto quello che non serve e lui riparte sul pulito e continuerà a farlo con o senza di noi e a questo punto dire che il problema siamo noi diventa automatico ...


Buon cambiamento a tutti 


© acquachiaranet 2018

giovedì 6 dicembre 2018

Cicli di fine anno anno




Purtroppo è anche possibile non sapere sempre tutto, specie in una situazione come quella attuale dove si cerca di non far conoscere quello che serve, è dall'inizio del mondo che questo periodo esiste, sono i clicli stagionali ed energetici del pianeta, una volta erano seguiti e rispettati, oggi non ne abbiamo nemmeno il pensiero e questo purtroppo significa mettersi in controtendenza con qualcosa che comunque avverrà, seguendo un ragionamento logico, abbiamo finito per essere noi a creare quelle energie che si mettono in contrasto con quelle di questo periodo creando spropositi.

Riprendo il discorso, perchè, se per forza di cose si deve stare sul generico, tante notizie sono comunque una ulteriore conferma del periodo, altre parlano di terremoti avvenuti e probabili come sempre accade nel fine anno.

Dopodomani è la festa dell'Immacolata Concezione, ricorrenza cattolica a copertura di altra pagana che però ripercorre nel simbolismo la precedente, parliamo di una data di grande transizione e quest'anno potrebbe essere molto più ingombrante del solito e non sarà solo complice la Luna ma grandi energie vibrazioni in campo non per farsi guerra ma per azzerarsi e portarsi in pareggio, questo per forza di cose presuppone prima di tutto cambiamento, il 21 poi, da sempre simbolo di rinascita (non il natale) sarà sulla Luna piena e le variabili diventano davvero tante

Di sicuro però c'è una grande Verità, è tutto nelle mani dell'essere umano, l'Universo, gli Elementi e il Pianeta stanno mettendo insieme grandi correnti per armonizzare l'ambiente e offrire un terreno di appoggio solido per ripartire, ne sabbia ne immondizia, piattaforma pulita e adesso tocca a NOI non ad altri

Ora siamo noi che dobbiamo scegliere, non a parole o per farsi pubblicità , scegliere e fare, tutto in prima persona, non si gioca più . . .


Da sabato al due febbraio potrebbe essere una corsa a perdifiato e non ci si può permettere di restare indietro . . .




© acquachiaranet 2018