domenica 12 settembre 2010

il futuro ha sempre preoccupato l'uomo

In questo mondo il futuro ha sempre preoccupato l'uomo
ma ciò che la sua mente non sempre riesce a comprendere
è l'intangibilità del futuro stesso.
Miliardi di uomini operano nel libero arbitrio il loro pensiero
determina e crea le condizioni di ciò che sarà con il trascorre
del tempo lineare, dove il domani, si esiste, ma nessuno
ci può garantire che noi ci saremo per viverlo.
Solo l'Anima conosce veramente la realtà del suo percorso.
Il fatto è che proprio per il rispetto e il non impedire l'applicazione
del libero arbitrio, non iscrive nella nuova mente che andrà ad utilizzare
i ricordi che appartengono al suo percorso individuale.
In apparenza è un'assurdità, se ho quei ricordi perchè non farne tesoro,
ma nella realtà di questo mondo materiale il giusto valore della scelta
e la relativa interiorizzazione dell'esperienza,è possibile ottenerlo solo
se questa scelta è fatta nella totale libertà di decidere personalmente,
ogni altra forma, e quindi i ricordi, non permetterebbero questa libertà,
rendendo praticamente inutili esperienze che sono gravate da schemi
precostituiti, da plagio e impedimenti di varia natura.
Questo è semplicemente uno dei meccanismi di base dell'evoluzione
e funziona totalmente svincolato dall'aspetto spirituale delle cose.
Tutto è comunque unito e interdipendente e una cosa non esclude l'altra,
tuttavia ogni aspetto vibrazionale (corpo, mente ,spirito) rispondono
al meccanismo funzionale che gli è proprio, essendo determinato da
livelli di vibrazione e risonanza diversi.
In pratica siamo esseri multidimensionali e pur essendo unici nel nostro
complesso ogni parte risponde alla sua frequenza specifica, ma questo,
chiaramente, non gli impedisce di agire sulla totalità del nostro essere.
Ognuno di noi è fatto sull'Unico modello che tutto ha generato, la Bibbia
cita "immagine e somiglianza" a significare che una singola realtà
individuale composta da molte parti, risponde ed influisce sul Tutto.
Occorre prendere coscienza di questo e farne tesoro nel nostro quotidiano
di vita, pechè ciò che all'apparenza può sembrare insignificante e a volte
anche inutile, in realtà anche lui determina il tempo del nostro cammino.
Nulla è separato ed ogni parte partecipa per ciò che gli compete.
Noi siamo la somma di circa 73 bilioni di cellule perfettamente organizzate,
e il nostro corpo/mente/spirito è un'individualità unica, ma nel suo esistere
è parte di un organismo più grande, l'umanità, che a sua volta è parte della
galassia che la ospita, ma la stessa galassia è parte dell'universo.
Un organismo evolutivo globale che risponde, dalla piccolissima cellula
all'intero Universo, alle stesse leggi di evoluzione, ognuno second la propria
caratteristica vibrazionale.




Nessun commento: