mercoledì 15 ottobre 2008

Forse....ma anche no


In questi tempi dove mi trovo a dovermi confrontare

in prima persona con un forte contrasto ambientale
diventa sempre più difficile non permettergli di
distruggermi e se, da una parte vedo e subisco le
manovre per impedirmi di esprimere le mie scelte,
dall'altra vedo il salire del mio pensiero e il suo
ardente desiderio di non cedere.
Forse dovrei allentare un po, mi rendo conto che
non sempre si ha così voglia di portare avanti i
discorsi che propongo da questo spazio ma per
me rimane sempre primario cercare di diffondere
parole che possano stimolare il desiderio di saperne
di più o di guardarsi dentro per ritrovare quella parte
di noi che fa dell'essere umano una cosa Unica
nell'universo, non perché non esistano altre forme di
vita, ma il connubio che esiste tra spirito e materia
su questo pianeta non ha riscontri in altri mondi.
Questo è il motivo che mi spinge sempre a parlare
di queste cose in ogni occasione possibile, in altre
occasioni ho detto che non ho nulla da vendere ma
che regalo dubbi, non per rompere le scatole ma per
cercare di far comprendere che ognuno porta nel suo
cuore una Verità nascosta che è solo sua, una Verità
che supera schemi e dogmi per fornire la chiave che
permetterà di aprire quella porta che da sulla strada
del ritorno a casa.
La vita in questi tempi è difficile e quello che ci circonda
non promette soluzioni a breve, ma poi la soluzione non
è mai data da altri, può esser solo nostra, ognuno ha
la sua, una soluzione che si trova nel cambiamento
interiore, rendendolo capace di unirsi a quello di tutti
gli "uomini di buona volontà" che stanno operando
per sviluppare il proprio.
Non è una religione, una filosofia o una tecnica che
possono risolvere, questi sono solo mezzi che possono
aiutare, ma senza un cambiamento della propria energia,
del proprio interiore non si va da nessuna parte, anzi,
senza questi termini spesso rischia di essere una
inutile
perdita di tempo.
Il " Mentitore " da sempre gioca sulle debolezze
dell'uomo materiale, sono il suo alimento energetico,
vive di energia densa prodotta nella materia, senza
questa non avrebbe ragione di esistere.
Certo il cammino dell'anima si sviluppa lungo l'eternità
ma perché fargli perdere tanto tempo per farla stare
meglio quando è possibile evitarlo ?

acqiachiara

. . .

22 commenti:

binca 2007 ha detto...

IL "MENTITORE"
ha mille strade,la verità di un cuore libero una sola e caparbiamente la persegue al di là di abbagli miraggi sassi che ne ostruiscono l'agilità del passo ma...sai cosa ho fatto incidere su una targhetta d'ottone nel muretto della mia caa?:"CHI TEMPO HA TEMPO ASPETTA TEMPO PERDE".Un abbraccio forte che,come al solito tempo non ho.Bianca 2007
P.S.Grazie per i tuoi scritti che aiutano il cammino

Nadir ha detto...

Ciao AC, tieni duro e non mollare. un abbraccio

caramella-fondente ha detto...

Dobbiamo identificare i benefici della pace e ottenere la NON INTERFERENA delle religioni tossiche e delle loro limitate convinzioni:
Dobbiamo identificare un gruppo di persone che fanno la differenza, quelle che "esplorano le cose che ci uniscono e non si soffermano su quelle che ci dividono"
Ci sono stati tanti umanisti: M.L. King, Gandhi; Kennedy, Rachel Corrie, Anwar Sadat ecc...., ma nessuno li venera come vengono esaltati i "santi" della Chiesa
Ecco, l eredità del gruppo umanista (tra l altro tutti assassinati) deve essere messo in scena, altrimentil umanità sarà la prossima vittima della violenza, della follia religiosa e dell odio:
Tutte le risorse dei frammentati gruppi umanisti devono avanzare nella scena dei media mondiali
"L azione è l unica verità"
Se un uomo oggi seguisse gli insegnamenti del Vecchio Testamento, sarebbe un criminale.
Se seguisse rigorosamente quelli del Nuovo sarebbe pazzo eppure si continua a leggere la Bibbia e il Vangelo come unica salvezza:
NO, COSI' NON PU0' andare bene
Come faccio a relazionarmi e a socializzare con persone che si sentono intelligenti e giusti solo perchè credono ancora che il mondo è stato creato da Dio in sette giorni, o perchè hanno ricevuto tutti i sacramenti? a volte mi viene lo scoramento....
Tutto ciò che non sappiamo della natura, lo abbiamo affidato a Dio e ne abbiamo fatto una serie di dogmi e regole da ubbidire (religione): FACILE, NO? Perchè devo perderci la testa a riflettere?
Ci sarebbe tanto da scrivere, sarebbe più bello parlarne, Internet ti allarga gli orizzonti, ma poi li limita allo scritto...Mannaggia
Io credo nella libertà, nell uguaglianza, nell amore e non voglio la felicità in cambio della mia libertà....

acquachiara ha detto...

Bianca
il volto si copre di appropriate maschere per confondere il suo interlocutore, qualcuno ha detto: "sarà giovane è bello, parlerà di pace e di amore, molti lo seguiranno e molti si perderanno".
(parlando dell'antiCristo)
Il male si presenta con il suo vero volto solo quando vuol farsi riconoscere e per farti capire che ti stai mettendo contro di lui.
grazie a te e i tuoi interventi sempre attinenti e puntigliosi.
un abbraccio:-)))))))

acquachiara ha detto...

Nadir
Il difficile è comportarsi nel giusto modo secondo un'etica energetica che non ti permetta di scadere nel personale, non cedere alla rabbia, uscendo dai canoni di quel giusto che si trasformerebbe in vendetta personale.

acquachiara ha detto...

Caramella
Non stiamo parlando di spiritualità, ma di potere temporale e il potere è sempre interferenza, si regge sulla paura e il senso di colpa per mettere sempre in minoranza chi lo contrappone.
Gesù disse "la Verità vi renderà liberi" ma non mi pare abbia mai aggiunto la mia verità, disse anche :"date a Cesare quel che è di Cesare e date a Dio quel che è di Dio" oggi Cesare siede ancora sul trono di Roma ma non confondiamo questi due piani di influenza.
Un Maestro che possa considerarsi degno di tale nome, desidera la libertà di crescita dei suoi allievi, desidera sinceramente che possano essere migliori di lui e quando si accorge di essere diventato una dipendenza li allontana, anche in malo modo se necessario, certo non li abbandonerà mai, ma sacrifica se stesso per permettergli di comprendere e camminare con le loro gambe, quando vedi questo puoi parlare di Guida Spirituale.
Un uomo Santo è riconosciuto da tutti per le sue opere e il suo giusto comportamento, allora è un esempio, una guida, ma non sarà mai il frutto di una elezione politica ristretta.
Quelli che vengono definiti "testi sacri" a qualunque cultura appartengano, molto probabilmente contengono solo il 20% di parole ispirate o suggerite, il resto è riempitivi o necessità del tempo in cui sono stati scritti, gli unici attendibili come originali sono i Vedici Indiani in quanto scritti in Sanscrito, una lingua ancora viva e usata oggi ma non solo, il Sanscrito ha una sua struttura musicale/vibrazionle che verrebbe modificata dal cambiamento delle parole, purtroppo bisogna conoscere la lingua perfettamente, uno dei più grandi traduttori italiani è mancato poco tempo fà.
Tu fai come me, parla cerca di far presente a queste persone come stanno le cose al massimo riceverai un mail dal prete che seguono per esorcizzarti, non è uno scherzo mi è successo davvero, non sapendo più come rispondermi mi ha fatto scrivere dal rettore dell'oratorio.
Del resto credo di essere sempre stato considerato un eretico, mi è rimasta un po la puzza di bruciato ma per fortuna o perso il conto dei roghi che ho dovuto subire.
Ho una grande consolazione, incontro sempre più persone che non hanno nessun dubbio sul Cristo, ma ne hanno tantissimi nei confronti della chiesa, questo credo sia un grande segnale di quanto l'energia liberata nel Suo sacrificio abbia lavorato a dispetto di tutte quelle forze che si sono sempre opposte e che ora dovranno render conto del loro operato.
:-))))

caramella-fondente ha detto...

Conosco i Vedanta termine con il quale si identificano le dottrine esposte al "termine dei Veda" (questo il significato letterale) come compendio filosofico dell'istruzione religiosa, nei trattati delle Upanisad. La parola è stata assunta, nel corso del tempo, ad indicare quei sistemi che ammettevano un unico Principio supremo come causa di ogni essere. Advaita, o non-dualità, identifica il ramo della speculazione che ha elaborato l'affermazione delle Upanisad "Tu sei Quello" (Tat tvam asi), dove Quello è la profonda Realtà, costante, identica a sé stessa, auto-evidente, indivisibile, infinita e situata al di là del piano causale spazio-temporale.
E poi conosco bene (con fatica ho dovuto studiarli) Yoga-sutra di patanjali
E comunque caro ACQUA io non mi sono fatta mancare nulla!!!!
Io sono stata esorcizzata!!!
All età di 7 anni avevo delle crosticine sulle mani e sui polsi(si seppe in seguito psoriasi)
Ora se fossi stata Padre Pio, sarebbero state le stigmate di Cristo e sarei santa, ma siccome ero e sono Rossana, mia nonna paterna fervida credente cattolica pensò bene che avessi il malocchio.
Per cui di nascosto dai miei e a mia insaputa, mi portò da un prete guaritore il quale ha cominciato a spruzzarmi l acqua santa (mentre io correvo per i corridoi dell abbazia) e mentre urlava al male di uscire dal mio corpo.
Ricordo benissimo l espressione di tragedia negli occhi di mia nonna, e la promessa fatta sia al prete che a mia nonna di non dire nulla e di ritornare per almeno 10 sedute
Naturalmente, appena tornata a casa dissi a mia madre che ero andata da un prete matto con una croce in una mano e una frusta nell altra e che non volevo tornarci più e così fu!
Pochi anni dopo vidi il film "l esorcista" di Dario Argento e lì capii di essere stata esorcizzata e ho riso a crepapelle!!!!

acquachiara ha detto...

caramella
compliments, io non ho approfondito così tanto, diciamo che sono arrivato a metterci il naso come conseguenza di una ricerca a largo raggio.
Scusami ma anch'io ho riso parecchio immaginandomi te che corri con il prete urlante dietro, sicuramente il discorso è molto serio ma nell'immaginare la scena non ho potuto farne a meno.
Eppure chi ha scritto la scenografia dell'Esorcista doveva essere molto ferrato in materia, pare che sia una delle migliori rappresentazioni di una realtà possibile.
Dico questo perché molti, ma molti anni fa frequentavo una persona un po particolare, praticamente sconosciuta ai più, ma conosceva Gustavo Rol e operava con i demoni di alta gerarchia, utilizzando queste sue frequentazioni per aiutare le persone, quando l'esorcista in zona di quel tempo non ci arrivava, chiamava lui.
Non so quante notti abbiamo passato a disquisire su questi argomenti e lui a rispondere alle mie domande, questo mi ha permesso di conoscere molte cose senza doverne pagare il costo in prima persona, poi una notte mi disse: tutto quello che potevo dirti te l'ho detto ma quello che tu cerchi con me non puoi trovarlo, anzi se non mi frequenti più forse è meglio, e così è stato.
Sono passati moltissimi anni e lui non c'è più ma quando ci penso c'è sempre un po di malinconia per la sua lungimiranza e perché mi ha concesso la sua amicizia e il suo tempo con sincerità, senza chiedere nulla in cambio.
Forse ancora oggi non sono riuscito a mettere bene a fuoco questa realtà dove bene e male si confondono e in qualche modo lavorano insieme, certamente senza queste componenti unite il piano duale della materia non esisterebbe ma noi siamo abituati a pensare schematicamente alla contrapposizione e non alla collaborazione, cosa che non accade in altre filosofie o dottrine.
Certe esperienze negative nei confronti della chiesa chi è un po diverso le ha vissute in età giovanissima e non credo che questo sia solo un caso, è probabile che dovesse vederne presto certi aspetti per non farsi coinvolgere più del necessario in esperienze già conosciute.

un abbraccio sincero
:-))))

caramella-fondente ha detto...

Allora, ti dò anche io qualche cosa da elaborare...
IL PURNA YOGA (l ultimo stadio dello yoga- beato chi ci arriva-)
inizia laddove normalmente tutti gli altri yoga finiscono. La sua meta ultima è l’autointegrazione completa dell’Essere in cui saggezza, amore, pace, azione sono tutti inseparabili aspetti dell’Unione integrale. L’illustre esponente di tale insegnamento è Sri Aurobindo (1872-1950), il grande Maestro di Podicherry.Sostanziato dagli insegnamenti della Bhagavad Gita, il Purna Yoga fa presente che la conoscenza perfetta è inseparabile dall’Amore e dall’Azione: la Libertà va quindi portata "nella" natura e nella società e non intesa come libertà "dalla" natura e dal sociale. Più che intendersi come stile particolare di yoga si può definire come integrazione della via yoga nella vita attiva (di conseguenza a particolari riflessioni sui testi del Veda e del Vedanta) . Rappresenta l’ideale sviluppo di ogni stile yoga, come superamento del dualismo fra trascendente ed immanente.
Dolce notte (spero non insonne)
:-)

digito ergo sum ha detto...

sono, manco a dirlo, d'accordo con te, in particolar modo con la frase di chiusura del tuo post.

il fatto è che, la stanchezza, ha un solo rimedio. il riposo. che non è tempo perso. aiuta a recuperare tempo. un po' come l'inverno, quando la natura sembra in letargo e, invece, sotto terra, con grande fermeento, si sta preparando la primavera.

un abbraccio

acquachiara ha detto...

Caramela
Ho sempre avuto grande ammirazione e rispetto per Sri Aurobindo e la sua opera,sono inscritto in una mailing list dedicata al suo Yoga integrale, mo non la seguo molto, leggo ognitanto gli stralci dell'agenda della Mere e delle sue esperienze meditative degli anni sessanta.
E' vero, beato chi ci arriva, perchè nel concetto del fare occorre la visone corretta del Disegno Divino per non trovarsi ad interferire non richiesto con i percorsi karmici correlati.
Aurobindo lavorava sul piano astrale e sul successivo piano mentale con conoscenza e cognizione di causa, e se per l'astrale la frequentazione può essere relativamente facile, per il mentale in comincia ad essere una cosa non cosi comune, operare attivamente in questi ambiti dell'energia poi ... bhe forse solo Lui.
Se conosci la poesia de "i bambini dagli occhi di sole" e la rileggi correlandola ai bambini indaco di oggi ti rendi conto di quanto fosse veramente ampia la visione che Aurobindo aveva dell'universo intero.

acquachiara ha detto...

Digito
bhe...direi che ha una logica abbastanza lineare ahahah

Indubbiamente, se non si ricaricano le pile non si va avanti, è molto bello l'esempio che fai, gli antichi selvaggi avevano in grande considerazione questo principio ciclico della natura e lo seguivano con grande attenzione.
Però quando mi son lamentato la mia guida mi ha detto che non posso permettermi di essere stanco O_O
andrò avanti con le celle solari e l'eolico di notte ehehehe
un abbraccio ridacchioso

Alberto ha detto...

Anche io ho i tuoi stessi dubbi, caro Sensei. ;-)

Questo tuo post, bellissimo, è l'espressione di un pensiero che condividiamo in tanti. Non so perché siano così tanti i "mentitori" dell'anima, ma so che prima di tutto fanno del male a sé stessi.

Leggerti mi avvicina a te.

Un abbraccio empatico :-)

Anonimo ha detto...

Come hai ragione carissimo il grande mentitore che gioca con il nostro abito, cercando di fermare la nostra conoscenza e ricerca dell'essenza che e' in noi.
Mai come adesso le lotte s'intensificano,sfiancano, lasciano senza fiato, gli attacchi sono subdoli e cercano di penetrare dentro per produrre l'annientamento.
Seguire la via in maniera salda e con la convinzione dell'appartenenza e per questa sicuramente non s'intende la chiesa e i vari poteri, diventa ogni giorno piu' faticoso, il loro potere e' nella paura nel terrore per fa tacere e chiudere la bocca.
La strada che mi appartiene e' quella del Cristo, ma a volte si deve fare i conti con questo sacco che ci portiamo dietro, il giorno che avro' superato e compreso in pieno la sua pochezza avro' vinto.
Avro' compreso che la mia strada puo' essere attaccata dall'uomo ma non deviata, io sono nel suo respiro e li' voglio rimanere, la mia casa non e' questa io sono solo un anima respiro scesa per scelta e qualsiasi cosa accada ritornero' da dove sono scesa lasciando la sua mano.
stefania

plejades ha detto...

se l'uomo riuscisse a ricordare la sua Reale discendenza non sprecherebbe il tempo a rincorrere la caducità dell'esistenza ma esisterebbe REALMENTE ed avrebbe tutto e più di tutto! Grazie AC per i tuoi pensieri e grazie per il dono che mi hai fatto! So di non esser sola!Plejades

acquachiara ha detto...

Alberto
Grazie, mi fa sempre piacere leggerti.
Nella "tavola di smeraldo" c'è scritto "così in alto come in basso, così in basso come in alto" i modelli funzionali si adattano all'ambiente in cui operano ma non cambiano, se ci guardiamo intorno vediamo molte situazioni di prosperità materiale create sullo sfruttamento e l'oppressione degli altri, ma proprio per effetto del modello, questo è funzionale anche sui piani energetici sottili, almeno quelli che hanno ancora una certa densità.
Questo fa si che ci siano anche forze che hanno convenienza pratica di sostentamento nella "non evoluzione" dell'uomo e l'unico mezzo per mantenere questa situazione è non permettergli di sapere, distrarlo e obbligarlo a girare in tondo in un mondo materiale che a queste forze da vita, naturalmente "la menzogna" è il mezzo migliore.
Non per nulla il Maestro Gesù disse " la verità vi renderà liberi "

acquachiara ha detto...

Stefania
il meccanismo che spiegavo ad Alberto è il medesimo che si oppone quando tu fai delle scelte di campo determinate, in fondo gli stai togliendo il sostegno e non è così contento.
Poi l'opposizione può manifestarsi in molti modi, certamente quella ambientale/materiale è la più facile, ma sappiamo anche che ve n'è una più subdola e difficile che ti attacca nella fede profonda delle tue scelte per distoglierti dal tuo cammino.

:-)))

acquachiara ha detto...

Plejades
benvenuta .-)
Grazie a te e alle tue parole, in realtà non siamo mai soli e nemmeno abbandonati, ma qualche conferma un po più terra terra non fa mai male.
Il cammino lo percorriamo da soli ma sapere che che nel fitto della nebbia altri percorrono quel sentiero sicuramente aiuta a renderlo meno faticoso.
:-))))

desa ha detto...

posso lasciarti solo un semplice saluto? :)

caramella-fondente ha detto...

ACQUA, non c’è dualismo e separazione fra materia e spirito. Lo spirito è contenuto nella materia e la materia nello spirito, ma noi li abbiamo separati e abbiamo considerato lo spirito come un fatto privato e permesso soltanto alla materia di dominare la nostra vita pubblica. Dobbiamo urgentemente guarire questa spaccatura. Senza questa guarigione, il mondo materiale, la Terra stessa continuerà a soffrire conseguenze catastrofiche e la visione e la saggezza spirituale continueranno ad essere considerate idealistiche, esoteriche e pratiche di un altro mondo, totalmente irrilevanti nella nostra vita quotidiana di tutti i giorni.
Quando risaneremo questa divisione potremo instillare lo spirito negli affari, nel commercio e nell’economia. Creeremo una politica al servizio di tutti.I Movimenti per la sostenibilità ambientale e giustizia sociale saranno dei stimolatori e non solo contestatori e, personalmente gli esseri umani saranno a proprio agio con se stessi e con il mondo intorno a loro. Il matrimonio fra materia e spirito,è la più grande unione richiesta ai nostri tempi.
La gente ha fame di nutrimento spirituale; questa fame non può essere soddisfatta da mezzi materiali. Quindi, il grande lavoro da fare è concedere alle persone spazi e tempi per scoprire la loro spiritualità

acquachiara ha detto...

Desa
e perché non dovresti potere ?
qualche volta scantoniamo nell'impegnato, ma poi siamo delle persone normali :-O bhè quasi normali eheheh
un abbraccio di ritorno
:-)))))

acquachiara ha detto...

Caramelle
No non c'è separazione, parliamo di un Unica energia con svariate vibrazioni che creano piani diversi per densità e funzione, noi siamo esseri multidimensionali che vivono in contemporanei in alcuni di questi piani anche se la nostra parte più densa materialrazionale non sempre ne ha piena coscienza.
Ciò che dici è giusto a livello di principio però si scontra con il fatto che non è possibile svegliare chi fa finta di dormire.
Chi può deve sempre offrire l'opportunità di crescere ma ognuno ha i suoi tempi e il suo cammino e se non vuole andare oltre non lo si può obbligare.
:-))))