mercoledì 25 giugno 2008

energie del solstizio


Anche san Giovanni è passato le streghe han finito

di ballare intorno alla quercia e son tornate a casa,
come fosse una fantasiosa cronaca d'altri tempi
sorridiamo, eppure in molti hanno ripercorso certi
aspetti questi giorni significativi di metà anno, a
Stonehenge pare fossero in 30.000, ma si son
ritrovati anche in molti altri posti e con riti più
pacifici di quanto la tradizione popolare non voglia.
Personalmente credo che questo sia un passaggio
importante, l'uomo tecnologico non da più importanza
ai ritmi della natura cosmica del nostro pianeta e
della stella che lo fa vivere, sono passaggi importanti
vere e proprie porte dimensionali che attraversiamo
per poter raggiungere la successiva, il ritmo delle
stagioni scandisce i cicli della vita anche se noi
non ce ne rendiamo conto, la rinascita iniziata con
l'avvento dell'equinozio trova forza e realizzazione
con il solstizio in una corsa fino a quello invernale
che dovrebbe portare grandi cambiamenti ed
eventi sia a livello personale che collettivo, sta a
noi facilitare e approfittare di queste grandi energie
che solcano gli anni in modo sempre più significativo.

ac
. . .

24 commenti:

Nadir ha detto...

Sarà per questo che ieri notte son stata sveglia dalle 3 fino a che era chiaro?

che strano il giorno prima mi ero ricordata che la notte tra il 23 e 24 era, per così dire una notte "magica" poi l'ho accantonato per altri interferenti pensieri.

ciao AC e buon mercoledì

acquachiara ha detto...

nadir
probabile,la natura continua nel suo cammino e le energie si muovono così come devono muoversi, siamo noi moderni che non ne teniamo più conto e pensiamo che non abbino nessun influsso, ma non dimentichiamo che noi abbiamo gli stessi atomi che compongono Madre Terra e il nostro meccanismo biologico è tarato sulle sue energie :-)))

digito ergo sum ha detto...

eppure, lo noto da sempre... i miei giorni, tra fine maggio e la fine di giugno, sono "vuoti" e scarichi... come se mancasse la carica di energia, come se "le pile fossero scariche". Non so perché, ma succede da sempre. Quindi un motivo ci dovrà essere.

Leggerti è sempre edificante. Un abbraccio

acquachiara ha detto...

digito
come periodo è piuttosto significativo, andiamo dal Wesak al solstizio, diciamo che con l'equinozio di primavera inizia un periodo di risveglio impegnativo che si amplia man mano per trovare il suo culmine con il solstizio, la piena abbondanza, i raccolti, la natura nella sua massima espressione, un po di dispendio in più del solito sicuramente c'è :-)))

caramella-fondente ha detto...

Io sono rimasta sotto la quercia...

acquachiara ha detto...

caramella
ma dai.... ecchè ci fai li ?
meglio non fermarsi troppo, la teoria dice che certi tempi son passati, ma sai com'è tra i tanti nostalgici se passa qualche inquisitore incallito potrebbero ravvivarsi strane fantasie eheheheh

;-)

Anonimo ha detto...

IO SONO
restata su alcune stelle della Via Lattea.Ma ma ma,prima o poi bisognerà tener conto anche della nebulosa d'Andromeda o della nube di Magellano.Non si può concepire lo sviluppo dell'umnità se non come una marcia eterna verso una verità indefinibile e inaccessibile sempre, anche se per gli antichi sapienti dell'Oriente e della Grecia era ben altro.ENERGIA DI ANIMA.però però in questo periodo scarseggia anche alle streghe...Ciao acqua chiara e,in marcia.Bianca 2007

JANAS ha detto...

io sono andata invece, a fotografare un ristagno d'acqua e ho trovato la natura nel suo brodo primordiale, un mondo dentro! Credo d'intuire cosa tu voglia dire!
purtroppo io vorrei dedicare sempre più tempo a quello che dici ..ma le cose da fare sono tante, e sembra sempre che quando ti fermi a guardare con altri occhi, gli altri poi ti chiedano: cos'hai prodotto oggi..pensieri? foto? beh dai smetti di perdere tempo ...lavora!
chi glielo dice che per me quello, non è perdere tempo, ma ritrovarlo!

Ishtar ha detto...

Raccontata così hai solletticato la mia fantasia descrittiva:
immaginati con tutte le streghette con lunghe tuniche in stile retrò giusto per rimanere sul evocativo a riprodurre riti e danze propiziatorie in un bellissimo paesaggio di natura inconataminata dal quale poter passare in poco tempo con due passi dal mare alla motagna alla campagna...
Mmm, ora mi viene da ridere perchè ho pensato che questo scenario sa più da festino new age, in cui sono ovviamente bandite le sostanze tossiche, ma ci si rimpizza di tisane infusi...
Ti vedo già col tuo cappello: ahahaha
Scherzi a parte siamo sempre troppo di fretta, che io detesto, preferisco fare tutto con calma, dal risveglio a tante altre cose.
Ciao :-)

Nella ha detto...

L'Iperico è un'erba spontanea.
Mio nonno mi raccontava che veniva raccolto il mattino di S. Giovanni (21 giugno) e si appendeva a mazzetti in ogni stanza della casa.Proteggeva dai demoni e dalle streghe, liberava le case e le persone dai sortilegi, proteggeva dai fulmini, dagli incendi e da qualsiasi altra forza negativa ispirata dal maligno.
Questa storia come altre che mi raccontava mi hanno sempre affascinato ^_^
Ciao AC buon fine settimana!!!

acquachiara ha detto...

bianca
nostalgia di casa ? capita di perdersi a vagare per le stelle, gran parte della nostra origine proviene da quei luoghi.
Io però no la vedo come una scarsità di energia dell'anima, ma come quel silenzio o quella strana calma che precede la battaglia, dove si ha il sentore che qualcosa stà per accadere ma non si sa ancora bene come si svolgerà nella pratica :-)))

acquachiara ha detto...

janas
quanto hai ragione, sono molti anni che non prendo più una macchina fotografica e me ne vado da solo a caccia di belle emozioni.
Chi ha posto come obbiettivo della propria vita la materialità difficilmente vuole comprendere un comportamento diverso, questa società ha imposto dei modelli che non riescono più a costruire un tessuto spirituale e chi ne sente la nel profondo del suo animo la necessità è un diverso...
però tu fai finta di non sentire e continua a fare quelle belle foto che pubblichi da te :-))))

acquachiara ha detto...

ishtar
bella immagine e ti vedo perfettamente inserita con i fiorellini nei capelli che volteggi leggera intorno al fuoco rapita dal suono dei tamburi ...
ops dove siamo finiti ahahahah
occhio alla pozione di Panoramix fa degli strani scherzi
un abbraccio

acquachiara ha detto...

nella
Quella che viene definita "saggezza popolare" ha sempre avuto un fondo di grande verità, può anche capitare che sconfini nella credulità, ma rimane sempre un'indicazione importante.
Vista da un altro punto di vista, probabilmente l'erba è solo un aspetto simbolico, ma il rituale di raccolta e il momento particolare ne fanno un decreto energetico molto importante comunque, e questo lo rende funzionale.

JANAS ha detto...

io so che l'estratto o l'essenza dell'iperico, è un ottimo antidepressivo...forse caccia i pensieri negativi! sono quelle le forze oscure che ci distruggono!

Kleys ha detto...

Hai ragione, invece di inventarci nuove strane feste, dovremmo ricordarci quelle che esistono davvero...

Ishtar ha detto...

Caro il mio maghetto hai azzeccato ballare mi sta bene, i fiori solo se sono quelle margheritine piccole selvatiche, per la pozione, io non accetto nulla dagli sconosciuti!
ahahah
Ciao :-)

acquachiara ha detto...

janas
è vero i pensieri negativi come la paura sono i nostri demoni interiori,
nella natura c'è sempre un aspetto fortemente simbolico :-)))

acquachiara ha detto...

kleys
sicuramente si seguivano molto di più i ritmi della Madre Terra :-)))

Elsa ha detto...

Bellissime le tue parole...che come dico spesso mi arrivano senza filtro...sono rimasta incantata nel leggerti...per come sai leggermi dentro.
dire grazie sembra scontato...
sei una perla rara...


ps...a proposito di energie condivido ciò che hai scritto...perchè ho notato che alcuni periodi (ultimamente) i miei ritmi finiscono un un vortice ...lasciandomi spesso senza energia. insegnami i sapere.

con affetto sincero...Elsa

acquachiara ha detto...

isthar
Ecco... margheritine, era proprio una ghirlanda di margheritine che ornava i tuoi capelli, e poi Druidi non erano mica degli sconosciuti, ogni tanto gli scappava un po la mano nelle dosi, ma solo giusto per ravvivare la festa ahahahah

acquachiara ha detto...

elsa
grazie a te, i tuoi pensieri sono sempre coinvolgenti, mi limito a respirarli senza voler capire e ogni tanto mi capita di trovare una risposta appropriata :-)

L'energia vitale è il nostro bene più prezioso, fluisce a noi in gran parte dalla madre terra, ma anche attraverso gli altri punti che vengono chiamati Chakra, è un continuo interscambio tra interno ed esterno che deve conservare un suo equilibrio ben definito.
Spesso non ci accorgiamo di disperderla senza volerlo, specialmente in momenti particolarmente emotivi, è come se si producessero degli strappi nel nostro involucro energetico attraverso i quali fuoriesce lasciandoci a secco.
I pensieri ossessivi, le forti preoccupazioni o coinvolgimenti, la rabbia, sono sempre motivo di disequilibrio dei chakra che non assolvono in modo corretto la loro funzione di distributori dell'energia.
Però non dimentichiamo che anche caldo e cambiamenti stagionali hanno un grosso impatto sul nostro fisico e richiedono un po di adattamento, camminare scalzi e a contatto con la natura è un ottimo ricostituente, a patto di lasciare a casa i brutti pensieri :-))))

caramella-fondente ha detto...

Uhmmm! Buono l inquisitore!! Conosco un sacco di erbe aromatiche e pozioni magiche per renderlo digeribile...

streghetta ha detto...

Ciao acqua chiara un caro saluto dal mare blu della sardegna..